La-via-dei-sapori-logo

Un viaggio tra i gusti delle regioni d ‘Italia

Via Gaslini, 1

20900 Monza, Italy

+39 039 28 48 636

Tel. LUN-VEN 8:30-18:00

Caciocavallo alla piastra: scopri la ricetta originale per preparare questo delizioso antipasto

caciocavallo alla piastra
Indice dei contenuti

Il caciocavallo alla piastra è un piatto tradizionale del Sud Italia, in particolare della regione Campania. Questo formaggio, dal sapore intenso e leggermente piccante, diventa il protagonista di un antipasto semplice ma ricco di gusto.

Il caciocavallo è uno dei formaggi più antichi e rappresentativi del Sud Italia, con una storia che affonda le radici in tempi remoti. Le prime testimonianze della sua esistenza risalgono al 500 a.C., quando il celebre medico greco Ippocrate descrisse dettagliatamente la preparazione di un formaggio secondo il metodo greco, che molti ritengono essere il progenitore del caciocavallo.

Nel corso dei secoli, il caciocavallo è stato menzionato da varie personalità storiche, tra cui Plinio il Vecchio e Cassiodoro, quest’ultimo lo citò come un alimento indispensabile alla mensa del re Teodorico.

La parola “caciocavallo” stessa è avvolta nel mistero, con diverse teorie che ne spiegano l’origine. Una delle ipotesi più accreditate suggerisce che il nome derivi dalla pratica di stagionare il formaggio appeso a cavallo di una trave, mentre altre fonti lo associano al trasporto del formaggio appeso al dorso dei cavalli durante il viaggio verso i mercati.

Alcuni storici ritengono che il nome possa essere collegato al marchio a forma di cavallo utilizzato nel Regno di Napoli.

Indipendentemente dalle sue origini esatte, il caciocavallo è diventato un simbolo della tradizione culinaria italiana, con diverse varianti regionali come il Caciocavallo del Caseificio Paradiso, il Caciocavallo di Sorrento e il Caciocavallo Silano DOP.

Questo formaggio a pasta filata è apprezzato non solo per il suo sapore unico ma anche per la sua versatilità in cucina, che lo rende protagonista di molteplici ricette, tra cui la deliziosa preparazione alla piastra.

La scelta del formaggio

La scelta del caciocavallo da utilizzare alla piastra è un passaggio cruciale per assicurarsi che il piatto finale sia di qualità eccellente.

Il caciocavallo è un formaggio a pasta filata, noto per la sua consistenza elastica e il sapore distintivo che varia a seconda della stagionatura.

Per la preparazione alla piastra, è preferibile scegliere un caciocavallo di media stagionatura, che garantisca il giusto equilibrio tra morbidezza e capacità di mantenere la forma durante la cottura.

Una volta selezionato il formaggio, è importante tagliarlo in fette di circa 1 centimetro di spessore. Questo permette al caciocavallo di fondersi uniformemente senza bruciarsi e di sviluppare una crosticina dorata e croccante all’esterno, mantenendo un cuore morbido e filante.

Durante la cottura, è essenziale girare il formaggio con delicatezza per evitare che si rompa e per garantire una doratura uniforme su entrambi i lati.

Caciocavallo alla piastra: scopri la ricetta originale per preparare questo delizioso antipasto

Preparazione del caciocavallo alla piastra

La preparazione del caciocavallo alla piastra è un’arte che richiede pochi ma essenziali passaggi per esaltare il sapore unico di questo formaggio.

  • Iniziamo con il tagliare il caciocavallo in fette spesse circa 1 centimetro, che permetteranno al formaggio di fondere adeguatamente senza perdere la sua forma durante la cottura.
  • Riscaldiamo una piastra o una padella antiaderente a fuoco medio-alto fino a quando non sarà ben calda.
  • Adagiamo le fette di caciocavallo sulla piastra e lasciamole cuocere per 1-2 minuti per lato, fino a quando non si forma una crosticina dorata e croccante all’esterno, mentre l’interno rimane morbido e filante.
  • È importante girare il formaggio con delicatezza, utilizzando una spatola, per evitare che si rompa e per assicurare una cottura uniforme.
  • Una volta cotto, il caciocavallo può essere servito immediatamente, magari accompagnato da una fresca insalata o da verdure di stagione per contrastare la ricchezza del formaggio.
  • Per un tocco di sapore in più, possiamo condire il caciocavallo con erbe aromatiche tritate come timo, rosmarino e salvia, o preparare una salsina emulsionando olio extravergine di oliva, succo di limone, sale e pepe.

Questa preparazione semplice ma raffinata del caciocavallo alla piastra rivela tutta la ricchezza e la versatilità di uno dei formaggi più amati della tradizione culinaria italiana, offrendo un’esperienza gustativa che soddisfa sia il palato che la vista.

Caciocavallo alla piastra: condimenti e abbinamenti

I condimenti e gli abbinamenti sono elementi che possono trasformare il caciocavallo alla piastra da un semplice piatto a un’esperienza culinaria memorabile.

Il caciocavallo alla piastra, con la sua crosticina dorata e il cuore filante, si presta a numerosi abbinamenti: dalle erbe aromatiche come timo, rosmarino e salvia, che aggiungono un profumo intenso e una nota rustica, alle confetture di pomodori verdi e peperoncini piccanti, che con il loro sapore dolce e piccante allo stesso tempo, creano un contrasto gustoso.

Un altro abbinamento del caciocavallo alla piastra è quello con il miele, che con la sua dolcezza naturale bilancia la sapidità del formaggio, o con un chutney di cipolle, mele e zenzero, che conferisce una nota pungente e speziata. Per chi ama i sapori più decisi, è possibile servire il caciocavallo con una salsina emulsionata con olio extravergine di oliva, succo di limone, sale e pepe, arricchita con un trito di erbe aromatiche.

In alcune varianti regionali, come quella tipica siciliana, le fette di caciocavallo vengono cotte in padella con un filo d’olio extravergine di oliva e aglio schiacciato, e servite con spicchi di limone, per un risultato che esalta la semplicità degli ingredienti e la ricchezza dei sapori.

Questi abbinamenti non solo arricchiscono il gusto del caciocavallo alla piastra ma ne fanno anche un piatto versatile, adatto a diverse occasioni, da un aperitivo rustico a una cena informale, sempre in grado di sorprendere e deliziare i palati.